Tag Archive

Verso un diverso futuro politico?

Published on 18 aprile 2017 By Aventino Frau

Molte persone, sopratutto tra gli studiosi, sono convinte che destra e sinistra, con i loro significati politici che hanno radici nella storia degli ultimi due secoli, non esistano più, oppure che vadano sparendo di fronte ai mutamenti sociali e culturali di una società ormai assai diversa da quelle che l’avevano preceduta. In effetti, salvo alcune […]

E adesso che fare?

Published on 10 dicembre 2016 By Aventino Frau

L’esito del referendum, nella sua assoluta chiarezza, ha dato due risultati: uno giuridico e legislativo di lungo respiro, l’altro più propriamente politico, più contingente, con più immediate conseguenze. Il primo ha dato ancora una volta, in modo decisivo, per un tempo lungo, forse definitivo, una risposta: la larga maggioranza degli italiani non vuole le riforme […]

Capitale corrotta, nazione infetta

Published on 9 dicembre 2014 By Aventino Frau

Nell’ormai lontano 1955, un’importante inchiesta del neonato Espresso veniva intitolata “Capitale corrotta = nazione infetta”. Il ricordo di quell’indagine, firmata allora da Manlio Cancogni, fa sì che le vicende di oggi, della “mafia romana”, delle ruberie e degli scandalosi eventi che stanno coinvolgendo uomini e istituzioni della capitale possono mettere a dura prova la nostra […]

Il potere dei sindacati

Published on 23 febbraio 2012 By Aventino Frau

Di fronte agli ancora assai gravi problemi del Paese, con l’ombra di Grecia e Portogallo che ci fanno riflettere sui rischi che corre la nostra non più forte economia, ci si scontra sull’articolo 18, cioè sulla “giusta causa” del licenziamento di un dipendente. Come se fosse la vera ragione del contendere, se fosse essenziale e […]

Pilotati da Francia e Germania

Published on 16 agosto 2011 By Aventino Frau

Gli incontri tra la cancelliera Merkel ed il presidente Sarkozy, ha dato chiara l’idea della volontà di portare ordine nell’Europa dell’euro, di stabilire, assai tardivamente, alcune regole ed alcune responsabilità. Può non fare piacere che due paesi vogliono dettare norme agli altri, ma tutto questo, va riconosciuto, è colpa e conseguenza dei comportamenti degli altri. […]